Il blog di ZV Viaggi Studio

Nel blog di Zainetto Verde Viaggi Studio trovi tutte le informazioni sulle esperienze di studio all'estero, indispensabili per internazionalizzare il tuo CV.

Work experience: esperienze lavorative all'estero per ragazzi 16+

Parliamo adesso di work experience dedicate a ragazzi over 16: fai crescere il tuo curriculum in un contesto professionale internazionale.

Work Experience: cosa sono esattamente?

Il concetto d'esperienza è esattamente quello delle internship: si tratta quindi di stage non retribuiti presso un'azienda estera del settore di proprio interesse per un periodo limitato di tempo. Quali sono quindi le differenze tra internship e work experience? Vi starete sicuramente ponendo questa domanda, eccoci dunque a darvi risposta.

Work Experience vs Internship

Come detto in precedenza le due proposte presentano fondamentalmente le stesse caratteristiche, la differenza sta nel periodo e nelle modalità di fruizione. Le internship si rivolgono agli interi gruppi classe e vengono svolte, generalmente per periodi più brevi, nel corso dell'anno scolastico e organizzate direttamente dalla scuola di appartenenza. Se vuoi approfondire l'argomento internship troverai informazioni più dettagliate nell'articolo blog dedicato a PCTO e stage linguistici.
Quando invece si parla di work experience il destinatario è sempre un ragazzo che abbia compiuto i 16 anni d'età (come per le internship) ma in questo caso l'esperienza non si svolge nell’ambito del percorso scolastico, motivo per cui il periodo dell'anno in cui si applica è ragionevolmente la stagione estiva, momento in cui la frequenza scolastica è sospesa e i diretti interessati avranno tempo e modo di dedicarsi all'esperienza lavorativa all'estero senza intaccare il percorso di studi in Italia.

Non fermiamoci però a pensare soltanto a chi frequenta l'ultimo trienno di scuola superiore: può decidere di sfruttare quest'opportunità anche un ragazzo che già ha terminato il percorso di scuola superiore e magari prima di imbarcarsi nell'impegnativo percorso universitario desidera vivere un'esperienza professionale in un Paese straniero per incrementare la conoscenza della lingua. Oppure uno studente che già frequenta l'università (che non presenta quindi un obbligo di presenza in aula da parte dei ragazzi) e per le stesse ragioni sopracitate opta per tuffarsi in questo importante percorso formativo.
Il fatto che ad accedere alle work experience sono direttamente i privati vi suggerisce che la proposta può essere personalizzata in ogni suo aspetto: durata, destinazione e settore dell’azienda ospitante.
Ma scendiamo un po' nei particolari...

Work Experience come funziona: tempistiche, modalità, destinazioni e settori

Sottolineiamo un'altra volta che le work experience si costruiscono su misura del singolo richiedente, la durata del programma è dunque variabile e personalizzabile a seconda delle proprie esigenze, il nostro suggerimento in merito è da un minimo di tre settimane in su, fino ad arrivare uno, due, tre, quattro o anche sei mesi di stage all'estero.
La prima cosa da fare è indubbiamente schiarirsi le idee in merito al tipo di esperienza, il settore, il luogo e i tempi di permanenza, ovvero fate il punto di quale sia realmente il vostro obbiettivo.
Può darsi siate più orientati su un Paese specifico piuttosto che per un determinato ambito professionale magari perchè studiate spagnolo e volete assolutamente andare in Spagna, in tal caso la realtà lavorativa in cui verrete inseriti sarà per voi meno importante, il punto fermo su cui non scenderete a compromessi sarà la destinazione.

Magari invece avrete già ben definito il periodo dell'anno in cui partire e la durata precisa della vostra work experience, ad esempio perchè avete appena terminato la scuola superiore e avete optato per un anno sabbatico prima di ributtarvi a capofitto negli studi e siete quindi aperti a prendere in considerazione più mete e settori lavorativi.
Oppure siete sicurissimi sul settore d'impresa in cui desiderate cimentarvi ma non sapete scegliere una destinazione precisa perchè ognuna di esse offre qualcosa di unico.
Ed era solo qualche esempio! Le casistiche possono essere tante e molto differenti, esattamente come sono tanti e diversi i ragazzi che desiderano partire per una work experience, ecco perchè fare il punto delle proprie aspettative e necessità rappresenta il primo rilevante step di questo viaggio.
Importante tenere in considerazione che il vostro livello di lingua del paese di destinazione scelto ha un peso sulle possibilità tra cui potrete optare, con questo s'intende che maggiori sono le proprie capacità linguistiche maggiore sarà il numero di mete/settori disponibili per questo percorso. A questo proposito al momento dell'iscrizione al programma dovrete fornire il vostro CV allegato ad una lettera di presentazione/motivazionale in modo che l'agenzia possa selezionare l'occupazione più adatta per voi.
Il nostro consiglio è quello di parlare direttamente con le nostre consulenti Zainetto Verde, sapranno fornirti tutte le informazioni e consigliarti al meglio. Contattaci!

Dove fare Work Experience? Le destinazioni

Tendenzialmente le work experience all'estero si tengono all'interno dei confini europei, questo non perchè non sia possibile vivere un'esperienza lavorativa all'estero oltreoceano ma perchè spostarsi per lavorare, ad esempio negli Stati uniti o in Canada, comporterebbe non solo la richiesta di un visto specifico ma anche generalmente un iter burocratico decisamente più impegnativo e complesso.
(La prospettiva di un iter complicato non ti spaventa? Allora fai riferimento al link soprastante e contatta una consulente esperta ZV viaggi studio! Ti guiderà alla costruzione della work experience perfetta per te.)
Le mete possono essere quindi davvero tantissime anche per le work experience, Regno Unito e Irlanda detengono il podio indiscusso per volume di scelta. La lingua inglese è ad oggi sempre più importante e non ci stancheremo mai di dirlo, siamo costantemente esposti al suo utilizzo dilagante anche e soprattutto nella sfera del lavoro, ragion per cui il mondo anglosassone è sempre il più scelto. Da Liverpool città dei Beatles sempre più viva da un punto di vista culturale alla classica e bellissima Londra, fino ad arrivare alla celebre città universitaria di Oxford e tante altre. Non fermatevi però a considerare solo il Regno Unito perchè Scozia e Irlanda vi offrono rispettivamente Edimburgo e Dublino per vivere la vostra work experience in inglese...ah, e non dimenticatevi di Malta!

Ma noi sappiamo anche bene che non per tutti l'inglese rappresenta la propria necessità linguistica: se siete studenti della lingua spagnola e desiderate quindi approfondire la sua conoscenza in un contesto lavorativo partendo per una work experience non temete perchè troverete la Spagna tra le nostre mete disponibili. Che sia Barcellona, Valencia o Siviglia la destinazione giusta per coronare il tuo sogno di stage all'estero?
Dai un'occhiata a qualche meta ZV Viaggi Studio per la tua Work Experience
Se non trovi quella che più si adatta alle tue aspettative non esitare a contattarci per una consulenza personalizzata, le specialiste work experience Zainetto Verde sapranno forniti informazioni dettagliate e guidarti alla scelta migliore per rispondere alle tue esigenze.
Lavorare all'estero col programma work experience: I settori d'impresa
Come per le destinazioni, lo stesso discorso si applica alle possibili aziende: sono davvero tantissime, anzi, proprio tutte!

In linea di massima i settori offerti più d'interesse sono:
-Sales & Retail
-Food & Beverage
-Graphic design & Marketing
-Information Technology
-Tourism & Media

Che sono esattamente quelli che troverete elencati in pagina dedicata alle work experience sul nostro portale ma sono solo alcuni! Fai riferimento al link soprastante e contattaci per conoscere tutti i possibili settori d'impresa in cui inserirsi per la tua work experience.
Doveroso ricordare sempre che, non solo preferenze e necessità, ma anche le vostre competenze linguistiche avranno un ruolo importante nella selezione del settore più idoneo per voi.

Work Experience: una forte necessità per generazioni che crescono in fretta

Lo diciamo sempre che il multilinguismo è davvero importante nella realtà odierna, in particolare nel mondo del lavoro, dove il business di tanti settori è sempre più internazionale e figure professionali con ottime capacità linguistiche sono altamente ricercate e state pur certi che intraprendendo il percorso work experience sarà un obbiettivo che raggiungerete in fretta, ma non sarà certo l'unica skill che acquisirete!

I benefici della work experience (anche quelli a cui forse non avevi pensato)
Riprendiamo subito il discorso dal fattore lavoro. Nella grande maggioranza dei casi capita che i ragazzi scelgano di fare questa esperienza partendo con il semplice obbiettivo di sperimentare la vita indipendente lontani da casa perchè amano viaggiare e desiderano mettersi in gioco e non c'è nulla di sbagliato nell'ammetterlo, ma non potete e non dovete ignorare che fare un'esperienza lavorativa all'estero farà distinguere il tuo curriculum vitae in un mercato del lavoro sempre più competitivo.
Andiamo quindi per step e vediamo come e perchè:

  • Competenze linguistiche

Seppur vero che per raggiungere alti livelli di conoscenza della lingua non basterà un mese soltanto, mettersi in gioco non solo vivendo un periodo all'estero ma anche approcciandosi in maniera concreta al mondo lavorativo di un Paese straniero darà una spinta davvero notevole alla crescita delle vostre capacità comunicative. Per quanto bene o male quasi tutti gli italiani conoscano la lingua inglese, sono davvero pochi quelli che riescono effettivamente a padroneggiarlo e comprenderlo, al netto di questo è ben deducibile che avere una conoscenza linguistica avanzata sarà molto apprezzato dalle varie realtà aziendali, in quanto sarai in grado di facilitare e gestire le comunicazioni coi partner esteri e comprendere velocemente documentazione e dialoghi commerciali in lingua straniera. Queste caratteristiche rappresentano una priorità per tutte le aziende che operano a livello internazionale!

  • Capacità relazionali e professionali: Paese diverso, ottica diversa

Sarai indubbiamente portato a conoscere tante nuove persone e stringere amicizie durante la tua permanenza lavorativa all'estero, ma hai mai pensato che questo potesse aiutarti per la tua futura carriera? Ti confronterai con una cultura completamente diversa da quella a cui sei abituato, ed essere fuori dalla propria comfort zone ed esposti a impulsi sociali differenti ti renderà inevitabilmente più tollerante e comprensivo oltre che a sviluppare efficaci capacità comunicative per cui saprai gestire meglio i rapporti con gli altri.

Ma non solo: dal punto di vista strettamente professionale fare un'esperienza lavorativa all'estero amplierà le tue conoscenze sui metodi operativi internazionali che potrai sfruttare mettendo in pratica quando appreso anche nel mercato del lavoro italiano una volta tornato a casa. 
Pensaci, già solo restando nei confini dello stivale spostandosi da un posto all'altro si vedono dinamiche e metodi di lavoro molti diversi, confrontandosi quindi con la realtà d'impresa di un Paese estero potrai implementare e acquisire procedimenti e criteri specifici che pochi altri candidati saranno in grado di offrire al datore di lavoro.

  • Competenze trasversali e crescita personale

Le così dette "soft skills" sono caratteristiche importanti anche per la futura carriera che però i recruiter potranno leggere solo "tra le righe" del tuo CV. Facendo una work experience all'estero dimostrerai di essere una persona sicura e indipendente, che punta in alto ed è ben disposta a impegnarsi e mettersi in gioco con grande spirito d'adattamento e buone capacità gestionali, nonchè in grado di comprendere e accogliere punti di vista differenti dal proprio.
Se consideriamo i benefici a livello personale sarà importante considerare che vivere un'esperienza di lavoro in un contesto internazionale vi aiuterà a sviluppare personalità ed apertura mentale, accrescerà la fiducia in se stessi e farà decollare le vostre capacità di problem solving e d'organizzazione.

Insomma, non solo è un percorso che fa curriculum (e che curriculum!) e vi agevolerà l'ingresso nel mondo del lavoro anche a livello globale, ma fare una work experience all'estero porta a grandi progressi anche per quanto riguarda la sfera personale e caratteriale.
Fare una work experience rappresenta da oggi non solo una grande risorsa per i ragazzi ma anche per le aziende: i giovani che si confrontano con esperienze lavorative all'estero, più o meno lunghe che siano, saranno canditati più formati, sia in termini linguistici generali che specificatamente professionali, con un ampio bagaglio di competenze "accessorie" e motivati a raggiungere i propri obbiettivi.
In conclusione...cos'è una work experience all'estero? Un'opportunità unica, che farà brillare il tuo CV dandoti accesso ad un altrettanto luminosa carriera.
E allora che stai aspettando?! Contattaci subito e parti anche tu per una work experience!